Gli obiettivi strategici 2020 e le aree di intervento della croce rossa itaianaVision e Mission

Gli Obiettivi strategici 2020 della Croce Rossa Italiana sono basati sull'analisi delle necessità e delle vulnerabilità delle comunità che quotidianamente serviamo e sono ispirati ai nostri Principi Fondamentali e Valori Umanitari.


Essi identificano le priorità umanitarie dell'Associazione a tutti i livelli e riflettono l'impegno dei volontari ed operatori CRI a prevenire e alleviare le sofferenze, contribuire al mantenimento e alla promozione della dignità umana e di una cultura della non violenza e della pace.


Formulati in linea con la Strategia 2020 della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, essi forniscono quindi il quadro strategico di riferimento che guiderà l'azione della Croce Rossa Italiana verso il 2020. L'adozione dei sei Obiettivi Strategici 2020 s'inserisce nell'ambito del processo di costruzione di una Società Nazionale più forte.


Il Comitato di Portogruaro aderisce alle linee guida di Croce Rossa Italiana con l’intento di “fare più, fare meglio, ottenere un maggiore impatto” nel proprio territorio di competenza. Il Comitato vuole operare in maniere trasparente, fornendo servizi affidabili alla cittadinanza, concepiti all'interno di un piano strategico basato sull'analisi dei bisogni e delle vulnerabilità della comunità, tenendo in considerazione le capacità e le risorse che possono essere ottenute in maniera sostenibile.
Le Aree di intervento sono sei, in linea con i sei Obiettivi Strategici, e il Comitato di Portogruaro opera in tutti quanti adattando le ambizioni di Croce Rossa Italiana e della Federazione Internazionale ad un ambito locale, secondo necessità e vulnerabilità riscontrate. In più si aggiunge lo storico Corpo delle Infermiere Volontarie, ausiliario delle Forze Armate, portando la propria professionalità nell’ambito sanitario e socio-assistenziale anche in ambito civile.



Le Sei aree che compongono la Croce Rossa Italiana in ossequio alla strategia 2020

1- Tutela e protezione della salute e della vita.



Obiettivi Specifici:

  • Migliorare lo stato di salute delle persone e delle comunità

  • Protegere la vita e fornire supporto socio-sanitario alle comunità

  • Costriure comunità più sicure attraverso la promozione della salute

  • Assicurre l'acquisizione di competenze da parte della comunità per proteggere la propria vita e quella degli altri



Costituiscono Attività quadro:

  • La promozione della donazione volontaria del sangue, degli organi e dei tessuti

  • La difusione del Primo Soccorso

  • L'educazione alla salute e la promozione di stili di vita sani

  • Il Servizio di ambulanza ed i servizi assimilabili

  • I servizi in ausilio al Servizio Sanitario delle Forze Armate, come previsti dalle Convenzioni di Ginevra e della legislazione vigente

  • La diffusione della conoscenza delle manovre di rianimazione cardiopolmonare di base nell’adulto e nel bambino anche mediante l’utilizzo del defibrillatore e le manovre salvavita pediatriche

  • la formazione sanitaria in tema di sicurezza sul lavoro

  • il trucco e la simulazione




2- Supporto ed Inclusione Sociale.



Obiettivi Specifici:

  • Ridurre le cause di vulnerabilità individuali e ambientali

  • Contribuire alla costruzione di comunità più inclusive

  • Promuovere e facilitare il pieno sviluppo dell'individuo



Costituiscono Attività quadro:

  • le attività di supporto sociale volte a favorire l’accesso della persona alle risorse della comunità (ivi compreso il soddisfacimento dei bisogni primari) e le politiche di supporto alla comunità (anche mediante sportelli di ascolto-aiuto per analisi dei bisogni risposte alle necessità del territorio);le attività rivolte alle persone senza dimora

  • le attività rivolte alle persone diversamente abili, ivi compresa la pet-therapy

  • le attività rivolte alle persone con dipendenza

  • le attività rivolte alle persone migranti, ivi compreso il servizio di ricongiungimenti familiari

  • le attività volte a favorire l’inclusione sociale di persone marginalizzate

  • le attività psico-sociali, ivi compresa la clownerie, rivolte a persone ospedalizzate, ospiti di case di riposo, ecc.

  • le attività volte a favorire un invecchiamento attivo della popolazione




3- Prepariamo le comunità e diamo risposta a emergenze e disastri.



Obiettivi Specifici:

  • Creare comunità resilienti; salvare le vite e fornire assistenza immediata alle comunità colpite dal disastro

  • ridurre il livello di vulnerabilità delle comunità di fronte ai disastri

  • assicurare una risposta efficace e tempestiva ai disastri ed alle emergenze nazionali ed internazionali

  • ristabilire e migliorare il funzionamento delle comunità a seguito di disastri



Costituiscono Attività quadro:

  • le attività di prevenzione e preparazione delle comunità ai disastri;le attività di risposta alle emergenze nazionali

  • la risposta ai disastri internazionali

  • le attività psico-sociali in emergenza

  • il recupero a seguito di disastri e crisi

  • l’assistenza sanitaria in occasione di grandi eventi

  • i soccorsi speciali (soccorsi con mezzi e tecniche speciali, operatori polivalenti di salvataggio in acqua, unità cinofile, soccorsi su piste da sci)

  • il settore NBCR (nucleare - biologico - chimico - radiologico)

  • le attività di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici




4- Disseminazione del Diritto Internazionale Umanitario, dei Principi Fondamentali, dei Valori Umanitari e della Cooperazione Internazionale.



Obiettivi Specifici:

  • adempiere al mandato istituzionale della diffusione del Diritto Internazionale Umanitario, dei Principi Fondamentali e dei Valori Umanitari; sviluppare opportunità di collaborazione all’interno del Movimento Internazionale, coerentemente con il Principio Fondamentale di Universalità



Costituiscono Attività quadro:

  • la disseminazione del Diritto Internazionale Umanitario;la disseminazione dei Principi Fondamentali e dei Valori Umanitari del Movimento Internazionale

  • i progetti di cooperazione (bilaterali e/o multilaterali) con le altre Società Nazionale sia a livello nazionale che decentrato

  • le attività volte alla promozione della tutela dell’emblema

  • l’IDRL (International Disaster Response Laws, Rules and Principles, promosso dalla Federazione Internazionale)




5- Gioventù.



Obiettivi Specifici:

  • promuovere lo sviluppo della fascia giovane della popolazione e favorirne la partecipazione; promuovere e educare alla cultura della cittadinanza attiva



Costituiscono Attività quadro:

  • l’educazione alla salute e la promozione di stili di vita sani

  • la promozione della donazione volontaria del sangue, degli organi e dei tessuti

  • la prevenzione delle patologie non trasmissibili

  • l’educazione alla sessualità e la prevenzione delle patologie a trasmissione sessuale

  • l’educazione alla sicurezza stradale

  • la prevenzione, mitigazione e recupero della devianza giovanile

  • gli interventi contro la disoccupazione giovanile

  • la promozione dei Principi Fondamentali e di una cultura della non-violenza e della pace

  • le attività educative rivolte a bambini ed adolescenti. Rimangono ferme le disposizioni di cui all’Ordinanza Commissariale 28 marzo 2012, n. 146/12 in cui, tuttavia, la parola di “Socio” si intende sostituita da “sostenitore, iscritto all’apposito Albo istituito presso un Comitato C.R.I.”

  • le attività di prevenzione al fenomeno dei cambiamenti climatici

  • le attività di cooperazione e gli scambi internazionali giovanili




6- Sviluppo, comunicazione e promozione del volontariato.



Obiettivi Specifici:

  • aumentare la capacità sostenibile della C.R.I. a livello locale e nazionale, di prevenire ed affrontare in modo efficace le vulnerabilità delle comunità; rafforzare la cultura del servizio volontario e della partecipazione attiva

  • assicurare una cultura di responsabilità trasparente nei confronti dei partner, delle Istituzioni e dei soggetti del terzo settore

  • mantenere i regolamenti ed i piani d’azione in linea con le raccomandazioni e decisioni internazionali

  • adattare ogni azione all’evoluzione dei bisogni delle persone vulnerabili



Costituiscono Attività quadro:

  • lo sviluppo organizzativo e della partecipazione;la comunicazione (esterna, interna, documentazione, advocacy)

  • la promozione e le politiche del volontariato

  • la promozione-reclutamento-fidelizzazione dei soci attivi e dei sostenitori

  • l’attenzione al volontario ed il supporto psicosociale

  • lo sviluppo dei partenariati strategici ed il fundraising

  • la pianificazione e la progettazione dei servizi

  • la trasparenza

  • il monitoraggio delle attività e dei progetti in corso di implementazione, nonché la valutazione del loro impatto